estetica oncologica

IL NOSTRO CONTRIBUTO

 Il nostro scopo primario è ormai da 10 anni,  quello di offrire alla nostra clientela un servizio sempre più ampio e professionale nell'ambito della salute e della bellezza. 

 

L' aver partecipato a questo percorso di studio formativo in estetica oncologica, progetto voluto e creato dall'Onlus "Salute allo Specchio" tenutosi recentemente presso  la scuola di Estetica Professionale .Form, è stato motivo per me di grande soddisfazione non solo professionale, ma anche e sopratutto personale.

 

Tutto il percorso di studio tenutosi in collaborazione con medici e specialisti del settore, mi hanno permesso di ottenere le competenze necessarie per potermi relazionare e supportare  il paziente oncologico, sia dal punto di vista strettamente fisico che dal punto di vista psicologico.

 

Il  Centro "Estetica Evoluta Stella Polare" è ora l'unico Centro per Terni in grado di poter offrire tutti quei TRATTAMENTI di  bellezza che possano servire a migliorare lo stato psico-fisico del paziente .

 

       Estetologa Dioturni Cinzia

  

CHE COSA E' L'ESTETICA ONCOLOGICA

 

Una patologia dai risvolti fisici, psicologici e sociali così complessi, com’è il cancro, necessita di un approccio che torni a considerare l’essere umano come una persona di cui prendersi cura, e non solo come una malattia da curare.

 

L’obiettivo che si prefigge l’estetica oncologica è proprio quello di informare e assistere i pazienti  dal punto di vista sia estetico che psicologico, prima, durante e dopo le cure, mettendo a loro disposizione molti trattamenti specifici, come per esempio: trattamenti viso, trattamenti mani e piedi, trucco, massaggi, tatuaggio semipermanente.

 

 

Dopo anni di studi nasce il  Il progetto Salute allo Specchio.

Il progetto nasce nel 2013 a partire dalla collaborazione tra l’Ospedale San Raffaele di Milano (nello specifico, il Servizio di Psicologia Clinica e della Salute, diretto dal Prof. Lucio Sarno, l’Unità Operativa di Ginecologia e Ostetricia, diretta dal Prof. Massimo Candiani, il Dipartimento di Oncologia Medica, diretto dal Dott. Luca Gianni), l’Università Vita-Salute San Raffaele e l’Associazione Volontari Ospedalieri di Segrate Onlus.

Obiettivo fondamentale del progetto è quello di realizzare un intervento di supporto psicosociale per i pazienti con una patologia oncologica in corso di trattamento volto ad aiutarli ad affrontare e gestire gli effetti collaterali delle terapie che impattano sull’aspetto fisico, perseguendo attraverso questa strada l’obiettivo più ampio di migliorare il loro benessere globale e la loro qualità di vita.

In particolare, l’insegnamento di tecniche e strategie finalizzate a gestire dal punto di vista estetico gli effetti collaterali dei trattamenti (chemioterapici, chirurgici, radioterapici), favorisce un migliore adattamento alla malattia e alle cure, promuovendo lo sviluppo di risorse personali e sociali e riducendo eventuali stati ansiosi e depressivi che possono insorgere a seguito della diagnosi e dell’inizio delle terapie.

 

PROTOCOLLI MEDICO-ESTETISTA

Se chirurgia, radio e chemio terapia hanno crescente successo, il loro carattere sempre più invasivo tende ad aumentare gli effetti secondari a livello cutaneo:

caduta di capelli sopracciglia e unghie, gonfiori ,cicatrici ,perdita di funzionalità fisiologiche ,infiammazioni ,macchie etc.

Si tratta di effetti inestetici dolorosi e invalidanti che toccano anche la sfera sociale e psicologica del paziente la cui esperienza di vita peggiora ben oltre la gravità intrinseca della patologia.

Sulla scorta di questo l’impegno di  APEO è stato subito rivolto a riunire oncologi, ricercatori, specialisti in chemio e radio terapia, chirurghi plastici e cosmetologi dal cui sforzo congiunto sono scaturiti  dei veri e propri «Protocolli» efficaci e innovativi.

I «Protocolli» in sinergia con le terapie mediche che restano esclusivamente in campo  professionale  sanitario,   si focalizzano  principalmente a far recuperare un benessere psico-fisico al paziente .

Grazie a queste linee guida  l’Estetista Oncologica,  contribuisce per esempio, a proteggere la cute dalle tossicità, a risolvere inestetismi, a lenire fastidi e irritazioni.

Altro ruolo molto importante affidato alle Estetiste Oncologiche è quello di  supportare il paziente anche dal punto di vista psicologico prima, durante e dopo i trattamenti.

  Fortunamtamente oggi è possibile aver cura di se e star bene nella propria   pelle anche quando si affrontano patologie di questo tipo grazie alla   crescente collaborazione fra le professioni mediche e del benessere e ai   progressi della ricerca estetico-scientifica.

 

 

PSICOLOGIA

Il Tumore è una malattia asintomatica che spesso viene scoperta per caso. Già nella fase di pre-diagnostica il paziente subisce un grosso Shock  che spesso porta a «paralisi emotiva» e ad un forte aumento di stress e preoccupazione.

 

Il modo di reagire al proprio stato di salute o di malattia, così come lo sviluppo, il decorso e la prognosi stessa della malattia oncologica sono influenzati dall’interazione di diversi fattori: di tipo biologico, psicologico e sociale.

La patologia oncologica è certamente uno degli eventi più difficile per una persona in quanto il paziente deve affrontare implicazioni non solo connesse direttamente alla malattia e ai suoi trattamenti, ma anche alle conseguenze psicologiche, spirituali  che ne derivano e che vanno inevitabilmente, a modificare radicalmente la propria vita famigliare e sociale. Ne deriva da qui un grandissimo sforzo a livello non solo fisico ma anche e soprattutto  psicologico  dal quale possono scaturire altre patologie come disturbi d’ansia, depressione, disturbi del sonno, della sessualità e dell’immagine corporea.

Il corpo fin dal momento della diagnosi  gioca un ruolo da protagonista e viene messo in primo piano in tutta la sua fragilità. Il paziente vede il suo corpo cambiare e spesso scatta il rifiuto , la non accettazione di se stessi che porta molto spesso i pazienti all’isolamento e alla chiusura verso se stessi, il prossimo e la società

Nel corso degli anni è andata sempre più diffondendosi l’esigenza di affiancare quindi, alle tradizionali terapie mediche o chirurgiche dei trattamenti volti a fornire un’occasione per affrontare e se possibile risolvere, problematiche di tipo estetico e di rilassamento.

L’obbiettivo primario che si pone l’Estetica Oncologica non è solo quello di informare e assistere i pazienti dal punto di vista estetico, di migliorare la qualità della loro vita durante e dopo i trattamenti alleggerendo gli effetti collaterali delle terapie attraverso tecniche di rilassamento , ma di prendersene cura  e non solo sotto il profilo estetico  ma anche  psicologico .

 

Grazie a protocolli perfezionati dallo sforzo congiunto di ricercatori, medici curanti, chirurghi plastici, specialisti in chemio e radioterapia e cosmetologia, il lavoro dell’Estetista specializzata in Estetica oncologica non interferisce con il lavoro del medico, ma anzi arreca beneficio allo stato psico-fisico e all’esperienza di vita di chi si sta sottoponendo alla terapia antitumorale.