Trattamenti Estetica Oncologica

TRATTAMENTI VISO E CORPO

Gli agenti chemioterapici determinano purtroppo, numerose reazioni poco piacevoli a livello della cute, delle muscose e degli annessi. Le pazienti in cura oncologica hanno una pelle molto fragile e spesso con una barriera cutanea non integra. Una principale funzioni dell’epidermide è infatti quella di creare una barriera di protezione tra l’ambiente interno ed esterno. Se la pelle è lesa e compromessa da terapia, la barriera cutanea è più fragile e la sua funzione è meno efficace e di conseguenza, ha bisogno di cure più delicate.

In sintesi, la nostra operatività sarà rivolta esclusivamente ad idratare, lenire le infiammazioni cutanee e dermo-ristrutturare le funzioni topiche , andando ad eliminare l’utilizzo di prodotti cosmetici comuni almeno in una prima fase, utilizzando invece nei trattamenti creme di altissima qualità con un buon potere nutriente e ristrutturante (oli vegetali, acido jaluronico, vitamina E, burro di Karitè).

TRATTAMENTI MANI E PIEDI

Le terapie oncologiche possono produrre serie tossicità cutanee con effetti particolarmente visibili e invalidanti su mani e piedi. Le mani e i piedi sono fra i nostri organi più usati e visibili, e il loro stato determina la nostra autonomia funzionale e l’immagine che gli altri hanno di noi. Purtroppo, a dispetto della loro crescente efficacia antitumorale, chemio e radioterapie spesso vi arrecano danni serissimi.
La tossicità da terapia oncologica sulle unghie può provocare macchie scure, granulomi, fissurazioni, micosi; il danno al letto ungueale può addirittura essere causa della caduta dell’unghia. La pelle delle mani e dei piedi può invece essere soggetta a secchezza in superficie e in profondità, arrossamenti, desquamazione, tagli, ragadi e fissurazioni; alle estremità possono presentarsi dermatiti irritative e dolorose. .

È dunque molto importante intraprendere i giusti passi sin dall’inizio della terapia oncologica, per allontanare nel tempo la comparsa delle lesioni cutanee che al loro apparire necessiteranno dell’intervento medico e farmacologico. Un check-up estetico personalizzato condotto da un’Operatrice di Estetica Oncologica è da preferire al “fai-da-te”, perché una persona specializzata effettua regolarmente manicure e pedicure senza traumatizzare delle zone già fragili e sa consigliare i prodotti specifici di autocura domiciliare.

TATUAGGIO SEMI-PERMANENTE

La chemioterapia tra gli effetti collaterali più conosciuti, porta alla perdita dei capelli, delle ciglia e sopracciglia. Questo comporta ovviamente nella donna un cambio di fisionomia molto radicale. Non si tratta di un vezzo per le donne , ma semplicemente di attutire l’impatto dei cambiamenti sul loro stato emotivo. Il tatuaggio sopraccigliare viene effettuato prima dell’inizio della chemioterapia prima che il sistema immunitario possa risultare indebolito. Talvolta si può intervenire anche durante la chemioterapia quando l’oncologo da il consenso al paziente in base alle sue analisi ematiche.

Per quanto riguarda l’occhio invece, si può camuffare la caduta delle ciglia eseguendo una linea di Elyner infracigliare che oltre a definire lo sguardo, crea l’illusione ottica di infoltimento. Nel caso di intervento di asportazione seno e ricostruzione chirurgica a fine trattamento terapeutico e previa approvazione dell’oncologo si potrà valutare ed eseguire attraverso il trucco semipermanente, la ricostruzione dell’ aureola mammaria. Altresi nel caso di comparsa di macchie labbiali il tatuaggio permette di camuffare in maniera permanete la problematica.

DEPILAZIONE

La depilazione è parte integrante del rituale di bellezza di molte donne e di un numero crescente di uomini. L’adeguata preparazione dell’ Estetista Oncologica è indiscutibilmente essenziale, in quanto in pazienti oncologici è di fondamentale importanza non commettere errori e saper consigliare il trattamento più sicuro per evitare traumi e infezioni. La chemioterapia può alterare in modo significativo le funzioni di protezione della pelle, pertanto è importante non sottovalutare i possibili effetti collaterali della stessa al fine di eseguire i trattamenti estetici correttamente.

Inoltre spesso alla terapia farmacologica viene associata l’assunzione di steroidei che comportano cute assottigliata e fragile; a fronte di questo scenario la pelle andrebbe protetta più che traumatizzata inutilmente.
Le persone sottoposte a chemioterapia spesso presentano un sistema immunitario indebolito “Neutropenia” (basso numero di globuli bianchi nel sangue), pertanto non sono i candidati ideali al trattamento di depilazione in generale.

TRUCCO CORRETTIVO

Purtroppo le terapie oncologiche possono alterare il colore dell’incarnato, arrossandolo, macchiandolo o rendendolo spento. Il trucco è un elemento importante nella vita di ogni donna e l’Estetista Oncologica attraverso l’utilizzo di prodotti make up specifici, volti a proteggere, nutrire ed idratare la pelle, da la possibilità di riconquistare la propria femminilità.

Il trucco correttivo può essere utilizzato anche in caso di macchie o cicatrici sul volto attraverso il camufflage, come nei casi di ustione.

MASSAGGIO

Molti studi scientifici sottolineano che il massaggio è considerato il trattamento complementare più importante. Il massaggio permette infatti di ridurre l’ansia , lenire i dolori rafforzare il proprio sistema immunitario, ridurre le situazioni di stress e gestire gli effetti collaterali derivanti dalle terapie. E’ importante chiarire che i massaggi consapevolmente eseguiti, non generano metastasi, in quanto la loro formazione è generata da un complesso di meccanismi biologici e non avviene per via meccanica. Quindi salvo parere contrario del medico, non vi è nessun impedimento a concedersi un massaggio .

Il massaggio permette di alleviare le adrenze cutane, ripristina una limitata funzionalità dovuta ad un intervento chirurgico invasivo, è un effetto di conforto e recupero, può aiutare a riequilibrare il funzionamento corporeo, sostiene il recupero di energia vitale e la diminuzione del dolore e induce i profondi benefici psicofisici del rilassamento.